Donare acqua? Si può! Ecco i progetti ambiziosi e socialmente utili proposti da Wami.

Sull’utilità dell’acqua non c’è bisogno di spendere parole, tutti gli esseri viventi hanno bisogno d’acqua, sia come bene alimentare sia per soddisfare la riproduzione della vita animale e vegetale.

L’acqua è un bene prezioso, ma purtroppo non è accessibile a tutti o quantomeno non è distribuita nel mondo in modo uniforme. Questo genera il paradosso che in alcune zone del globo la si spreca e in altre zone la si desidera. L’acqua è vita e ricchezza, non per niente le popolazioni più povere spesso sono proprio quelle che si trovano dove l’acqua manca.

infografica acqua naturale minerale wami

Infografica Wami: Fonte sito ufficiale.

L’idea del progetto sociale Wami nasce da queste considerazioni sviluppate dal suo fondatore: Giacomo Stefanini, che studiando “modi innovativi con cui le imprese possono risolvere problemi sociali”, ha ideato per l’appunto il brand Wami nel 2016. Egli ha fondato un’impresa “sociale” destinata a non sopravvivere con le donazioni ma offrire alla gente qualcosa di utile e concreto per poter contribuire alla donazione dell’acqua potabile a chi ne ha bisogno.

Cosa fa in concreto Wami?

Dona 100 litri d’acqua grazie alla vendita di una sola bottiglia. Il processo è semplice ed è descritto con una infografica breve ed esaustiva nella pagina “la missione” del sito web. Si tratta della realizzazione di acquedotti e reti idriche in posti dove l’acqua potabile non c’è.

Ma cosa è sostanzialmente Wami?

Wami è acqua minerale naturale in bottiglia. Essa sgorga pura dalle Alpi Marittime della Sorgente Rocciaviva a 1300 metri di altezza e si distingue per la sua naturale digeribilità e una presenza molto bassa di sodio.

L’acqua Wami viene distribuita in bottiglie di vari formati, sia naturale sia frizzante e le bottiglie sono in plastica riciclata tranne per il formato da 0,75 L che è in vetro. Una novità particolare è anche la produzione di lattine d’alluminio.

I Progetti che rendono Wami l’acqua socialmente utile.

Dal sito è possibile visionare tutti i progetti e tutti i dettagli in cui è impegnata la società di Stefanini. Dalla Tanzania al Kenya e fino allo Sri Lanka, con l’obiettivo di portare l’acqua potabile li dove non c’è e dove la presenza di questo alimento può essere determinante per lo sviluppo del paese e della popolazione.

 

Visita il sito per saperne di più: https://wa-mi.org/